mercoledì 21 settembre 2016

S.R.L. - l’assegno bancario non piace in Campania


 

ASSEGNO BANCARIO PROIBITO PER LA COSTITUZIONE DELLA S.R.L.


Scontro tra massime notarili: mentre quelli di Milano ammettono che in fase di costituzione di una s.r.l. il conferimento in denaro possa essere liberato anche mediante un normalissimo assegno bancario, quelli di Napoli hanno appena affermato il contrario.


Secondo i campani, l'assegno bancario non è denaro ma solo una promessa o - meglio - un ordine incondizionato alla banca di pagare qualcosa, che però potrebbe anche non avere, e quindi non è assimilabile all'assegno circolare o alle altre forme equivalenti che garantiscono la provvista.

A mio parere, studiando attentamente la legge sull'assegno bancario da un lato e l'art.2464 c.c. dall'altro, in punta di interpretazione letterale non vedo come si possa dar torto ai partenopei; in effetti un conto è fare conferimenti interamente in natura - cosa ammessa dalla legge - o conferire una polizza o una fideiussione bancaria a garanzia del versamento in denaro, un altro è firmare un assegno bancario, che potrebbe anche essere scoperto.

Perciò - vista così - la questione sarebbe finita qui.


Tuttavia, esiste anche l'art.2466, che forse i Notai campani hanno trascurato: se il socio non esegue il conferimento nei termini, gli amministratori diffidano il socio moroso ad eseguirlo entro 30 giorni. 

Il che darebbe il tempo al socio di coprire l'assegno, nel malaugurato caso fosse parzialmente a vuoto....

Questa norma potrebbe applicarsi anche alla quota “mal versata” il giorno della costituzione della società. Il che lascia spazio alle ragioni dei Notai milanesi (vedere qui, la loro Massima 148 http://www.consiglionotarilemilano.it/...).


Si potrebbe obiettare che l’art.2466 sia stato concepito solo per il richiamo degli ulteriori conferimenti a cui il socio s’è obbligato con la firma dell’atto costitutivo e non per quelli obbligatoriamente da effettuare in tale contesto. Io direi proprio di no. Letto il testo e osservato com’era la norma prima della riforma, io penso che questo art.2466 si applichi a tutti i tipi di conferimenti non eseguiti, anche a quello iniziale.


QUINDI ANCHE L’ASSEGNO BANCARIO E’ UN MEZZO DI PAGAMENTO VALIDO PER IL VERSAMENTO DEL DENARO NECESSARIO AL MOMENTO DELLA COSTITUZIONE DELLA S.R.L..