venerdì 25 novembre 2016

La conversione del Decreto Legge 193-16

UN PRIMO RAPIDO ESAME DELLE NOVITA' DEFINITIVAMENTE IN VIGORE

@@@  @@@  @@@

PREMESSA

i Commercialisti Italiani, 
preso atto di una situazione nella quale la voce della nostra categoria non può rischiare di restare inascoltata, hanno preso la decisione di organizzare a Roma il 14 Dicembre prossimo una manifestazione pubblica della categoria, per esprimere in modo tangibile la loro contrarietà a provvedimenti normativi (tra cui quello che commentiamo qui) che penalizzano sotto molteplici aspetti, da quello delle competenze a quello della responsabilità, il ruolo del commercialista (e io aggiungerei: affliggendo inutilmente tutti i contribuenti ed in primis l'impresa).

In occasione della manifestazione verrà proclamato il primo sciopero nazionale della categoria dei commercialisti nel rispetto delle norme contenute nel codice di autoregolamentazione delle astensioni collettive, di cui la stessa categoria si è dotata nel 2014.


@@@  @@@  @@@


8 nuove comunicazioni da inviare ogni anno (altro che semplificazione....)


A regime ci saranno otto nuove comunicazioni (Iva e Spesometro): quattro per i dati delle fatture emesse e ricevute (c.d. Spesometro trimestrale) e quattro per i dati delle liquidazioni Iva. 

Solo per il primo anno e solo per lo Spesometro si prevede un invio semestrale da effettuare entro il 25 luglio 2017 e due trimestrali.
Questo nuovo aggravio burocratico proprio non ci voleva e complicherà notevolmente la prassi contabile. Sarà necessario ottenere tutta la documentazione della clientela in tempi notevolmente più rapidi di quanto fin qui e questo inevitabilmente aggraverà i nostri come i loro impegni.

Cartelle Equitalia - sanatoria. 

Si allarga il periodo interessato dalla sanatoria delle cartelle Equitalia, che consente di pagare il debito senza sanzioni e interessi di mora. Nel passaggio parlamentare la rottamazione è stata estesa anche ai carichi affidati nel 2016 (prima ci si fermava al 2015). Viene inoltre allargata ai 4.500 Comuni e agli altri enti locali che riscuotono attraverso ingiunzione di pagamento e che potranno decidere se “partecipare” all'operazione-rottamazione. 
Il termine per la presentazione delle istanze va al 31 marzo 2017 e la risposta di Equitalia dovrà arrivare entro il 31 maggio. 
Sono 5 le rate in cui sarà possibile saldare il conto: nel 2017 la scadenza delle rate è fissata nei mesi di luglio, settembre e novembre e nel 2018 la scadenza è nei mesi di aprile e settembre.

Rientro capitali dall'estero - Voluntary Disclosure. 

Sarà possibile aderire entro il prossimo 31 luglio 2017 anche per far emergere i contanti e i valori al portatore.

Studi di settore in soffitta dal 2017 (Unico 2018). 

A partire dal periodo d’imposta 2017, entrano in scena gli indici di affidabilità fiscale a cui sono collegati livelli di premialità per i contribuenti più affidabili, anche consistenti nell’esclusione o nella riduzione dei termini per gli accertamenti. 
Una sorta di pagella fiscale proiettata su uno spettro di più annualità (forse 10), in modo da consentire una maggiore elasticità nella valutazione della fedeltà fiscale di ciascuno di noi.
Vedremo.....

Scadenze fiscali - tax day. 

I versamenti relativi a Imu e Tasi in acconto (16 Giugno) si sganciano da quelli per le imposte sui redditi, per le quali il nuovo termine sarà il 30 giugno con la possibilità poi di versare con la maggiorazione dello 0,40% entro il 30 luglio. 

F24 di chi non ha Partita Iva. 

Cambiano le regole per l’utilizzo del mod. F24 per i soggetti non titolari di partiva IVA (per i titolari di partiva IVA le regole non cambiano). 

In particolare per chi non ha partita Iva, l’obbligo di utilizzo del Modello F24 telematico resta fermo solo nei seguenti casi: 
• Modello F24 con saldo 0 per effetto di compensazioni effettuate; 
• Modello F24 con saldo positivo e presenza di compensazioni. 

In assenza di compensazioni (crediti che vanno a diminuire i debiti) il privato potrà utilizzare il Modello F24 cartaceo qualsiasi sia l’importo a debito da versare (quindi, anche se superiore a 1.000 euro). 

Per conoscere l’esatta entrata in vigore della novità occorre aspettare la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Legge di conversione del decreto in commento (che con tutta probabilità avverrà la prossima settimana).